Blog/News

Il PC diventa un flipper per i nostalgici degli anni '80

Le ultime generazioni si sono perse l'era dei cabinati arcade e dei flipper, il tempo in cui si era costretti a uscire di casa per giocare ai videogiochi. Ci si trovava al bar del paese dilapidando un sacco di soldi alla ricerca del nuovo record contro cui tutto il paese si sarebbe dovuto scontrare. Bei tempi, o forse no, ma di fatto hanno segnato più di qualche generazione.

La mia, che sono nato nel 1985, ha fatto in tempo ad accarezzare quei momenti, anche se forse non ad assaporarli appieno. Poi le console casalinghe hanno preso piede e i bar hanno sostituito, ahimè, cabinati, calcetto e flipper con macchinette succhia soldi in cui troppe persone lasciano stipendi interi e non solo quello. Ma questa è un'altra storia, una storia di cui Tom's Hardware non si può occupare.

Giorgio Leggio e il suo flipper/cabinato arcade elettronico fatto in casa

Oggi vi parliamo di flipper. Sì avete letto bene. Ma soprattutto parliamo di un grande lavoro e di una passione che solo chi ha qualche anno sulle spalle può capire. Il lettore Giorgio Leggio di Ragusa ci ha presentato il suo strano progetto di un flipper/arcade elettronico. Un progetto corredato da una galleria fotografica vasta e dettagliata che potete trovare a questo indirizzo.

Il lavoro di Giorgio è interessante perché ha messo al comando del suo flipper/cabinato un PC Windows che si occupa di tutta la parte elettronica. Le specifiche del computer sono: una CPU Core 2 Duo E6700, una motherboard MSI P965 Platinum, 4 GB di memoria RAM e scheda video Radeon HD 4850 2 GB. Insomma, antiquariato che però ha ancora qualcosa da dire.

I tasti e i joystick sono collegati a due joypad per Playstation 2 appositamente "moddati" e per i display ha usato due monitor, opportunamente smontati e modificati, da 20 e 24 pollici. Per saperne qualcosa di più abbiamo posto a Giorgio qualche domanda. Di seguito il breve botta e risposta:

Com'è nata l'idea di questo flipper elettronico?

È nata da una sfida con me stesso: quella di riuscire a riportare in vita un po' di magia degli anni della mia infanzia (io sono del 1983). I PC ai nostri giorni sono diventati degli elettrodomestici a mio parere molto sottovalutati, praticamente alla pari di un frigo o di un televisore, e hanno perso quel fascino e quel mistero che li avvolgeva negli anni passati. Basta dare un occhiata alla pubblicità del vecchio Amiga 500 per capire cosa intendo.

La sfida è consistita nell'usare un PC in un modo più intelligente e creativo, sfruttarlo per ciò che è in realtà, cioè un "cervello elettronico". Uno strumento alla pari di un pennello nelle mani di un bravo artista. Guardando al passato mi sono ricordato delle sale giochi di quegli anni e di come si passava il tempo insieme agli amici. È così che ho iniziato a pensare di costruire qualcosa che potesse riportare alla luce la magia di quegli anni.

Clicca per ingrandire

Inizialmente ho pensato di costruire un cabinato da sala giochi, ma risultava riduttivo e alla lunga noioso. Avevo il timore che potesse rimanere spento e inutilizzato perché magari con gli amici non avremmo avuto voglia di giocare a un videogame, anche appassionante che potesse essere...

Ci voleva qualcosa di più veloce e diretto da usare, giusto per fare una partitina di 10 minuti con gli amici a casa il sabato sera. Ed è così che mi è venuto in mente il flipper. Partite veloci ed emozionanti, mai noiose. Non volevo tuttavia rinunciare ad avere in casa un arcade da sala giochi, quindi è la sfida è stata quella di creare un tavolo da flipper ibrido, che potesse essere usato sia come flipper che come cabinato arcade da sala giochi.

L'hardware usato è stato scelto sulla base di particolari motivazioni o è semplicemente di scarto?

Il PC che avevo in casa era un Core Duo 2 E6600, ed era da tempo che volevo cambiarlo... quale miglior occasione! È stato sostituito da un Core i5-4590 con 8 GB di memoria e una scheda video Nvidia GeForce GTX 960. Il vecchio PC l'ho usato per dare vita al progetto.

Per quanto riguarda tasti e i joystick sono riuscito a ottenerli da un amico che lavora nel mondo dei cabinati da sala giochi e che si è trovato a demolire un vecchio cabinato. I tasti quadrati invece sono nuovi, lui infatti li usa come ricambi per i nuovi cabinati da poker che vanno molto di moda ai nostri giorni. I monitor sono un Acer da 19" e un Qbell da 24" Full HD che avevo in casa e giacevano inutilizzati. I joystick li avevo già.

Con questo flipper elettronico non c'è limite allo scenario di gioco. Quali sono quelli a cui giochi di più e dove li hai presi?

Il cabinato consente infinite applicazioni in quanto gli appassionati di tutto il mondo ricreano continuamente emulazioni di tutti i tavoli da flipper esistenti. Qualsiasi sia il tavolo che ti stia a cuore lo trovi nei siti specializzati come vpforums.org, che è il sito ufficiale di Visual Pinball.

Clicca per ingrandire

I miei tavoli preferiti sono "Attack from Mars" della Bally e "Tales of the Arabian Nights" della William. Per quanto riguarda i videogiochi, funziona col MAME che emula qualsiasi titolo da sala giochi, quindi l'unico limite è la fantasia.

Quanto tempo è stato richiesto per creare il tutto?

Ho lavorato al progetto solo il sabato dove non lavoro e ho iniziato a settembre e concluso a gennaio. Stimando 8 ore al giorno direi circa 160 ore di lavoro.

Che spesa hai dovuto sostenere?

La spesa complessiva che ho affrontato è stata di circa 250 euro, consistente nel legno e nel materiale da ferramenta. Se avessi dovuto acquistare il PC e i monitor avrei speso molto di più.

Torna alle News

Dal nostro Portfolio

Vedi tutto

Vuoi un
preventivo?

Sviluppo siti web, app mobile, e-commerce, CRM

Hai un progetto in mente o vuoi migliorare o aggiornare i tuoi strumenti di business? Analizzeremo le tue esigenze definendo tempi, costi e benefici senza alcun impegno da parte tua.

Contattaci adesso, ti ricontatteremo noi.

Contattaci adesso